Header image alt text

Anuns

L’anno scorso, la banca centrale cinese ha fatto tabula rasa sul mercato della crittografia e ha vietato sia gli ICO che le attività di scambio di crittografia nella Repubblica Popolare. Invece di gettare la spugna, le Borse Cinesi sono diventate creative. Oggi sono più influenti che mai. Un inventario.

Settembre 2017 è stato un mese nero per trader, exchange e Bitcoin evolution in Cina

Diamo uno sguardo indietro: il 4 settembre, BTC-ECHO ha riportato per la prima volta il divieto di tutti gli ICO nella Repubblica Popolare. Il mercato degli Bitcoin evolution aveva davvero guadagnato slancio per la prima volta quest’estate e le offerte iniziali di monete sono state considerate una “killer app” nel settore come Bitcoin evolution recensione. Il divieto assoluto dell’ICO da parte del governo fu un duro colpo alla criptoeconomia cinese.

Il governo cinese, tuttavia, ha aggiunto un’altra cosa. A metà del mese, tutti gli scambi di criptoscambi operanti in Cina sono stati invitati a “cessare volontariamente” le loro attività entro il 30 settembre. La Borsa BTCC, uno dei più antichi centri commerciali cripto del mondo, ha già annunciato la chiusura come misura preventiva.

Non solo il mercato cinese della crittografia ha sofferto per le azioni della banca centrale, i commercianti e gli investitori di tutto il mondo hanno dovuto guardare il loro portafoglio diventare rosso. Molte vendite in preda al panico hanno fatto crollare i prezzi e il capitale totale di mercato si è ridotto di un buon terzo. Nel corso del periodo di debolezza della Cina, anche il vicino Giappone è riuscito a diventare il più grande mercato mondiale della crittografia.

La fine? Neanche per sogno!

Tuttavia, il mercato cinese della crittografia non era né morto né morente. Piuttosto, ha preso copertura, solo per tornare in piena forza dopo che l’inverno era passato. Questo spiega il passo compiuto dai maggiori scambi di cripto, che hanno trasferito la loro attività operativa nella regione amministrativa speciale cinese di Hong Kong. OKCoin e Huobi, con i nuovi nomi OKEx e Huobi Pro, hanno ampliato gli scambi in occasione del commercio cripto-fiat. In precedenza, le piattaforme avevano offerto solo scambi da crittografia a crittografia.

Un altro scambio con sede a Hong Kong è addirittura diventato il principale scambio di crittografia al mondo sulla scia del divieto di crittografia in Cina. In particolare durante il rally dei prezzi di dicembre e gennaio, gran parte di tutte le transazioni sono state effettuate tramite Binance. Nel primo trimestre del 2018 Binance ha registrato un utile di circa 200 milioni di dollari, superiore all’utile di 146 milioni di dollari della Deutsche Bank, la più grande banca d’investimento tedesca. L’azienda mantiene anche la propria valuta criptata sulla piattaforma, la Binance Coin (NBB). Se si opera in questo modo, l’investitore riceve sconti sulle spese di transazione nei primi quattro anni.

Anche il tradizionale BTCC è ancora attivo. Trasferitasi anch’essa a Hong Kong, ha recentemente annunciato il suo rilancio. Seguendo l’esempio della Binance, vorrebbero offrire il proprio gettone per il crypto trading in futuro. Inoltre, il commercio cripto-fiat è stato esteso a diverse coppie di negoziazione. Tuttavia, il nuovo sistema di punti introdotto è veramente innovativo: per le azioni sulla piattaforma, gli utenti sono ricompensati con punti che possono poi utilizzare per sconti sulla piattaforma.

Messico: l’Western Union perde valore – Bitcoin Booms

Posted by admin on 12. novembre 2018
Posted in Messico 

HOME CRYPTO BITCOIN MEXICO: L’UNIONE OCCIDENTALE PERDE VALORE – LE BARRE BITCOIN BOOM
Dopo che il presidente messicano Enrique Peña Nieto ha annullato l’incontro con il nuovo presidente degli Stati Uniti Donald Drump, il prezzo delle azioni del fornitore di pagamenti Western Union ha subito un calo di diversi punti percentuali – sistemi di pagamento meno sensibili a livello nazionale come Bitcoin, invece, hanno incontrato una crescente popolarità.

Dopo l’annuncio di Trumps di iniziare a costruire il muro di confine USA-Messico e finanziarlo con una tariffa del 20% sulle importazioni messicane, Peña Nieto ha annullato la riunione prevista dei due capi di Stato. Il conflitto tra i due partner commerciali fortemente radicati ha innescato un’ondata di shock economico che non ha lasciato indenne il noto fornitore di servizi di rimesse Western Union.

Bitcoin come rifugio sicuro per indebolire il Bitcoin formula

Dopo l’annullamento della riunione di Trump, il peso già indebolito è sceso di oltre l’1% rispetto al dollaro USA. Gli investimenti in valute digitali come Bitcoin formula possono aiutare gli investitori a mitigare questi effetti negativi come Bitcoin formula recensione.

Marco Montes Neri, co-fondatore del fornitore di servizi di pagamento transfrontaliero Saldo.mx, afferma che la tecnologia non è ancora “matura” per un rifugio sicuro prodotto in serie, ma allo stesso tempo ha sottolineato l’importanza delle valute digitali come base non governativa:

“La realtà dimostra che l’accettazione non è ancora avanzata al punto che i governi intervengono per creare chiarezza, o le aziende hanno la possibilità di investire gran parte dei loro attivi in valuta digitale. Questo ci dimostra quanto sia importante in futuro pensare di sostituire le tradizionali economie nazionali con economie a grappolo. Le economie nazionali stanno diventando sempre più una minaccia per le imprese”.

Jose Rodriguez del Mexican Digital Currency Exchange Bitso vede Bitcoin come un rifugio per i messicani per sfuggire al deprezzamento del peso messicano: “Se le misure annunciate entreranno effettivamente in vigore, molti messicani cercheranno valute alternative. Il passato ci ha già dimostrato che Bitcoin, ad esempio, è un luogo di rifugio popolare in tempi di instabilità economica e problemi politici. Bitcoin restituisce alle persone la libertà di spostare liberamente il proprio denaro”.

L’interesse per le valute digitali in aumento in Messico

In risposta ai problemi economici che il Messico sta affrontando ora e in futuro, le valute alternative stanno diventando sempre più popolari, secondo Rodriguez:

“La gente vede il Bitcoin come un modo per preservare il valore. Negli ultimi due anni il peso ha perso il 50% del suo valore rispetto al dollaro USA. Ogni nuovo annuncio di Trumps può ridurre il reddito messicano e spingere ulteriormente il peso nel seminterrato”.

Dalle elezioni negli Stati Uniti, l’interesse per Bitcoin è aumentato. La piattaforma di trading Localbitcoins ha già registrato un forte aumento del volume di trading sul mercato messicano. Anche la piattaforma di trading Bitso ha già beneficiato degli slogan Trump:

“La gente chiede informazioni su Bitcoin nei forum e nelle comunità. Vogliono sapere come possono elaborare o investire in pagamenti internazionali tramite Bitcoin. I metodi convenzionali di rinvio sono fortemente tassati o addirittura completamente interrotti”.

Addio FUD #7 – Blockchain Jobs: Bitcoin trader

Posted by admin on 9. novembre 2018
Posted in catena di blocchi 

Le ultime settimane e mesi sono stati tutt’altro che rosee per il mercato della crittografia. La caduta dei prezzi e le cattive notizie hanno colpito duramente l’umore nell’ecosistema crypto – la parola d’ordine FUD (FUD (Fear, Uncertainty and Doubt) colpisce le onde alte. In alcuni rapporti, l’impressione che l’economia della crittografia fosse giunta al termine. Consideriamo questo come un errore di valutazione e vorremmo delineare nella nostra serie di articoli in 10 parti perché il 2018 può trasformarsi in un anno straordinariamente buono. Oggi: lavori a catena di blocco.

Nella quinta parte della serie Goodbye FUD abbiamo incontrato il Prof. Dr. Blockchain. Ha studiato, ha conseguito il dottorato e ora trasmette le sue conoscenze agli studenti. Ma cosa fanno dopo la loro formazione? Insieme diamo un’occhiata al periodo successivo alla laurea e oggi chiariamo: come reagisce il mercato del lavoro alla catena di blocco e quali sono le potenzialità che questo offre ai dipendenti?

Razionalizzazione della Bitcoin trader

Chiunque abbia sentito parlare per la prima volta della tecnologia Bitcoin trader e dei suoi possibili effetti potrebbe davvero spaventarsi un po’: Dall’Internet delle copie all’Internet degli originali – è questa la prossima ondata di digitalizzazione? Potrebbe costarmi il lavoro? E qui la risposta è: Sì – potrebbe, naturalmente! La buona notizia, tuttavia, è che, come con la rivoluzione industriale e lo sviluppo di Internet, ci saranno nuovi posti di lavoro, molti dei quali saranno occupati da persone crypto trader – anche se perderanno il lavoro come risultato. Inoltre, la catena di blocchi crea alcuni posti di lavoro completamente nuovi. Per questo motivo vi presentiamo i posti di lavoro che nel frattempo si sono aperti. Sebbene il mercato della crittografia si sia un po’ raffreddato nelle ultime settimane e negli ultimi mesi, questo non è affatto il caso delle offerte di lavoro in questo settore.

Dipendenti a catena di blocco: più che semplici tecnici e appassionati di matematica
Alcuni miti girano intorno ai posti di lavoro e alle persone nel mondo della crittografia: si dice che la nostra nuova tecnologia preferita è stata lavorata su di noi da astutissimi fanatici della tecnologia, programmatori e matematici che raramente vedono la luce del giorno. In ogni caso, persone di grande talento stanno lavorando su questa tecnologia. I laureati in scienze naturali come l’informatica e la matematica sono molto popolari. Inoltre, una posizione nello sviluppo di software richiede conoscenze di programmazione e l’uso degli attuali strumenti e metodi di sviluppo (ad es. Java, Solidity, Go, Scrum). Al fine di attrarre le persone di maggior talento, le aziende a catena di blocco e quelle che vogliono diventare aziende a catena di blocco hanno alcune idee. Oltre ai salari a volte orrendi, ci sono altri vantaggi: I dipendenti vengono assunti con orari di lavoro flessibili, gerarchie piatte, introduzione intensiva e opportunità di formazione e perfezionamento professionale, nonché interessanti prestazioni sociali. Altrimenti, molti sono motivati dal fatto che fanno parte di una rivoluzione digitale.

Offerte di lavoro per chi cambia carriera

Le aziende non sono solo alla ricerca di dipendenti per posti di lavoro pesanti nel settore IT. Hai anche buone opportunità come economista o come cambiatore di carriera con un senso per l’industria. Nell’ambito della consulenza o del marketing e dello sviluppo aziendale cerchiamo persone con comprensione per la catena a blocchi. Se date un’occhiata allo scambio di lavoro della rete di carriere online Xing, attualmente potete trovare 137 posti di lavoro a catena di blocco. Un buon 50% di questo è rappresentato da posti di lavoro nel settore IT e sviluppo software. Il 16% delle offerte sono offerte nel settore della consulenza e il resto è nei settori del marketing, della ricerca e altro.

Offerte di lavoro a catena di blocchi: attività con un futuro
Da non trascurare sono le eccellenti prospettive future che si hanno come dipendenti nel campo delle catene di blocchi. Aziende come Robert Bosch GmbH, Porsche AG, Lufthansa AG e note società di consulenza si dedicano a questa tecnologia e pubblicizzano i lavori. Ci vuole certamente un po’ di coraggio per dedicare la propria vita professionale ad una tecnologia ancora agli inizi. La sfida più grande, tuttavia, è vedere la sicurezza nello status quo.

Ma i segni per l’ulteriore sviluppo della catena di blocchi sono buoni. Non solo sempre più paesi si stanno interessando all’Anw